Mission

 In un mondo sempre più globalizzato, che ha perso alcune qualità umane, verso le quali aveva teso i propri sforzi, ci siamo accorti che esistono moltissime persone che purtroppo non hanno riferimenti a cui potersi appellare nel caso in cui si trovino ad essere vittime

delle circostanze o semplicemente vittime di una burocrazia assurda, di ingiustizie di ogni tipo, di governi che mal conciliano la missione che gli è stata affidata dai propri cittadini con i diritti dei propri cittadini.

Le prepotenze dei potenti verso chi è più debole, e questo non semplicemente per il fatto che esistono ceti sociali che spesso si trovano in conflitto, ma esistono forme di razzismo sottili ed invisibili agli occhi dei più in quanto fanno parte del costume dominante sulla Terra, anche se si differenziano secondo la latitudine, il Paese e la cultura  in cui si manifestano, e non raramente anche la religione partecipa a queste ingiustizie.

Queste forme di razzismo sono quotidiane e nemmeno le vittime si accorgono di essere tali, fino a quando i loro problemi si traducono in forme insopportabili in cui la violenza quotidiana che prima sopportavano ha raggiunto un punto tale da dover trovare qualcuno che capisca ciò che stanno vivendo, che stia dalla loro parte e li difenda, senza interessi diversi da quelli di rendere loro la giustizia e i diritti che gli sono stati lesi o tolti.

Al centro di queste ingiustizie ci sono le donne e i bambini, ma anche gli uomini sono vittime, ma essendo il nostro un mondo maschilista, purtroppo la misoginia è un elemento dominante contro la quale confrontarsi ogni giorno. 

Ecco questa è la missione che ci siamo assunti:

difendere e restituire la dove è possibile i diritti umani che qualcuno ha rubato ad altri o che le incompetenze e l’ìnettitudine di chi dovrebbe agire nell’interesse dei propri cittadini latita in modo colpevole e vergognoso.